presentazione disputatio
 

Platone

difeso da


La vita appartiene a Dio

Platone il primo filosofo della storia a sostenere che la vita, dono di un artefice divino che da proprietario ne decide anche il destino, un principio assoluto, inviolabile; un principio che deve essere guida di tutte le azioni e decisioni che "scorrono" nell'esistenza degli uomini.
.

Sacralità della vita

Platone anticipa l'idea cristiana della vita, che è sacra perché donata da Dio e al quale va restitutita obbedendo alle sue leggi. Come il mantello che nella Bibbia è la metafora della vita, dato in prestito all'uomo fino al suo ultimo giorno, quando deve riconsegnarlo al legittimo proprietario. E non può, l'uomo, col suicidio decidere di anticipare questa scadenza.

 

La vita è sacra?
Puntata del 21 maggio 2001

La ricerca di una risposta a questo interrogativo coinvolge sia il proprio credo, sia le problematiche legate alla bioetica, la disciplina che dagli anni '70 si occupa della vita, del suo nascere e del suo finire. E' Dio il genitore e padrone? O l'uomo?
Platone, grazie al suo difensore D'Agostino, sostiene che la vita un bene in s ed sacra perch appartiene agli dei. Seneca, rappresentato da Viano, controbatte affermando che ha valore soltanto se buona e sono gli uomini, i quali possono disporne come desiderano, a decidere se degna di essere vissuta.Due tesi a confronto per il nostro sito delle idee, su cui appoggiare il piacere di una riflessione.
.

Vuoi provare a ragionare con noi?

 
Lucio Anneo Seneca

Seneca

difeso da


La vita appartiene agli uomini

Seneca riconosce che la "patria comune" di tutti gli uomini la terra, e che l'amore, la socievolezza, sono forze razionali e naturali. In questa prospettiva, i fruitori della vita sono anche i proprietari di quella vita, e possono deciderne il futuro in autonomia. Per lui, filosofia ricerca della virt e pratica della libert. .

Qualità della vita

Per Seneca, la virtù s'incarna nell'attiva partecipazione sociale e in una concreta sollecitudine e amicizia per tutti gli uomini, uniti nello sforzo di liberazione dai mali fisici e morali. Il bene non è vivere, ma vivere bene, sentenzia. Ed è lo stesso Seneca ad accettare il suicidio pur di evitare la condivisione dell'ingiustizia pubblica e privata.

 

La vita è sacra

La vita non è sacra

 

 

 

Come hanno difeso le loro posizioni
D'Agostino e Viano,
guidati dal magister Antonio Lubrano?

Segui la conclusione di Tommaso
in formato Real Player



Chi stato pi convincente e da quale parte ti schieri?

 

 

 

 

 

 

 

 

Per il piacere di ragionare entra nel forum del programma
(in preparazione)